Skip to content

Published in: Libri, Autori stranieri

L’estate che sciolse ogni cosa – Tiffany McDaniel

Siamo sempre stati noi

Si, sono ancora qui che raccolgo i cocci, pezzi di cuore sparpagliati qua e là.
L’estate che sciolse ogni cosa è una storia di sospetto, di razzismo, di quello che la gente si può spingere a fare quando si trova davanti a ciò che non capisce. È una storia di colpevoli e di colpe, l’esplorazione di quel dolorosissimo “cosa sarebbe successo se” che si nasconde dietro al rimpianto di cose non dette.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Le cattive – Camila Sosa Villada

le cattive camila sosa villada recensione

Uno schiaffo e una carezza: essere trans nell’Argentina degli anni ’80

Quella delle trans di Parco Sarmiento, Cordoba, è una vita fatta di luci e ombre. Ombre, soprattutto. Mentre camminano con lo sguardo basso, il capo chino alle prime luci dell’alba, tendando di essere invisibili. Mentre si prostituiscono al parco, nell’oscurità delle gelide notti rischiarate solo dall’alcol e da qualche tiro di coca, mentre cercano un po’ d’affetto tra le braccia di un amante di passaggio.

Published in: Libri, Autori stranieri

Horrorstör – Grady Hendrix

Horrorstor grady hendrix recensione

Design esclusivo per animi temerari

E se vi dicessi che esiste un horror ambientato all’Ikea, STRUTTURATO come un catalogo Ikea?

In ogni coppia c’è una regola non scritta: se non sei tu quellə che odia andare all’Ikea, allora è il tuo partner.
Ma niente paura: dopo aver letto Horrostör, questa discrepanza è destinata a colmarsi. Credetemi, nessuno vorrà più entrare in quel labirinto di legno pressato, finte finestre, cuscini, asciugamani e candele a tutti i gusti più uno.

Published in: Recensioni, Libri, Autori Italiani

Il grande animale – Gabriele di Fronzo

Camminare sul ponte tra la vita e la morte

nimale, opera prima di Gabriele di Fronzo, è un libro devastante, un incedere lento nella memoria del difficile rapporto tra il protagonista e suo padre, ormai anziano, una scrittura magistrale che disseziona, e mai termine fu più appropriato, la fragilità della vita e l’incolmabilità del vuoto lasciato dalla morte

Published in: Speciali: libri e cinema, Speciale libri, Speciale Cinema

Cose da guardare e leggere se ti è piaciuto Squid Game

La riscoperta del survival game

La serie TV sudcoreana Squid Game, che in Italia viene trasmessa da Netflix rigorosamente in lingua originale coi sottotitoli, sta a dir poco spopolando. Anzi, è diventata in pochissimo tempo la serie tv più vista di Netflix.

Quella del Survival Game, e della Battle Royale nello specifico, è una modalità di gioco che cambia leggermente a seconda del contesto –in alcuni casi è un massacro tutti contro tutti, in altri si devono superare prove mortali- ma il cui succo rimane sempre lo stesso: vince l’ultimo che rimane in vita.

Published in: Senza categoria

Qualcuno che ti ami in tutta la tua gloria devastata – Raphael Bob-Waksberg

qualcuno che ti ami in tutta la tua gloria devastata recensione

Come le gelatine tutti i gusti più uno

Quando uscì qualche mese fa, pensavo che del libro primo di Raphael Bob-Waksberg, il creatore di BoJack Horseman in persona, avremmo sentito parlare in ogni luogo e in ogni lago. Invece per qualche motivo la bolla si è afflosciata velocemente come un palloncino sgonfio, ed è un po’ un peccato perché è una lettura davvero gustosa.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri, Saggistica e non narrativa

Il mostruoso femminile – Jude Ellison Sady Doyle

Il mostruoso femminile recensione

Il patriarcato e la paura delle donne

In principio ci fu Lilith, e dopo di lei Melusina, la caccia alle streghe, gli esorcismi, fino ad arrivare a Regan e Carrie, al T-rex di Jurassic Park e alle final girl dei film slasher. Tutte queste figure femminili sono accomunate da un singolo tratto universale: se non si è prede -vittime-, allora si è mostri.
Il mostro non è nient’altro che un essere reso deforme e spaventoso perché fuori controllo, e cosa, nella concezione patriarcale, può essere più fuori controllo di una donna libera?